Viaggi studio

I VIAGGI DEGLI ALLIEVI SAIA: OGGI COME IERI

Uno dei programmi formativi più importanti della Scuola Archeologica Italiana di Atene, dal 1909.

Lo Statuto di fondazione della Scuola (18 gennaio del 1914) stabilisce tra gli obiettivi dell'Istituzione quello di «fornire agli alunni… il mezzo di perfezionarsi negli studi di archeologia… e di prendere parte all’esplorazione archeologica dell’Oriente ellenico con viaggi, ricerche e scavi».

macchina

Fig. 1 – Viaggio in Attica, Peloponneso e Grecia Centrale degli allievi dal 17.03 al 25.06 1934

Partenza da odòs Amalìas 56, la precedente sede della Scuola Archeologica Italiana di Atene

Giorgio Monaco, Enrico Paribeni, Pellegrino Claudio Sestieri, Guglielmo De Angelis D'Ossat, Vera Campelli

Fondo G. Monaco (donato dalla figlia alla SAIA nel 2018)


I VIAGGI DI IERI

Generazioni di allievi hanno visitato in lungo e in largo l’Ellade, l’Egeo e l’Asia Minore dai primi del ’900, a bordo di corriere, vaporetti e a dorso di mulo nei percorsi più impervi e meno accessibili.

asinelli

Fig. 2 – Viaggio nel Peloponneso, Focide e Beozia degli allievi dal 16.05 al 22.06 1933

Visita a Mistrà a dorso di asini e cavalli.

Giorgio Monaco, Enrico Paribeni, Pellegrino Claudio Sestieri, Guglielmo De Angelis D'Ossat, Vera Campelli

Fondo G. Monaco (donato dalla figlia alla SAIA nel 2018)


Negli Archivi della Scuola sono custoditi diari e relazioni di viaggio con tappe e suggestioni degli allievi, molti dei quali sono poi divenuti illustri.

programma

Fig. 3 – Itinerario di viaggio nelle isole, nella Grecia del Nord e nel Peloponneso degli allievi del 1961:

Ida Baldassarre, Luigi Beschi, Albarosa Gulì, Elda Joly, Paolo Moreno, Paolo Emilio Pecorella

(Archivio SAIA, Faldone relazioni dei viaggi 1961-75)


I VIAGGI DI OGGI (2018)

I viaggi degli allievi di oggi sono più facili. I muli sono divenuti scooters, i vaporetti catamarani o grandi navi veloci, le vecchie corriere auto più o meno scattanti. Per trovare un luogo dove pernottare basta un click e le carte geografiche sono sostituite dalle mappe parlanti dei telefonini. Gli itinerari di viaggio sono rimasti gli stessi di ieri, come anche le suggestioni e lo stupore davanti alle antichità della Grecia.

I anno 2

 Fig. 4 – Gli allievi del I anno (2018) presso la Porta del Tempio di Apollo a Naxos:

Ilaria Trafficante, Grazia Palazzolo, Francesco Sorbello, Tommaso Serafini

Cicladi

Fig. 5 - Mappa di viaggio nelle Cicladi e nel Dodecaneso degli allievi deI I anno (2018)


I anno 1

 Fig. 6 – Gli allievi del I anno (2018) presso la Tholos di Phournì (Creta):

Grazia Palazzolo, Ilaria Trafficante, Francesco Sorbello, Tommaso Serafini

Creta

Fig. 7 - Mappa di viaggio a Creta degli allievi deI I anno (2018)


II anno 1

 Fig. 8 – Gli allievi del II anno (2018) presso il Tempio di Zeus a Nemea:

Dario Anelli, Edoardo Brombin, Giacomo Fadelli, Germano Sarcone


pelop 

Fig. 9 - Mappa di viaggio a nel Peloponneso, Epiro, Albania e Macedonia degli allievi deI II anno (2018)


II anno 2 

 Fig. 10 – Gli allievi del II anno (2018) presso la Biblioteca di Celso a Efeso (Turchia):

Germano Sarcone, Dario Anelli, Giacomo Fadelli, Edoardo Brombin

turchia v

Fig. 11 - Mappa di viaggio a Istanbul e in Asia Minore degli allievi deI II anno (2018)

 

Archivio

 

Scuola Archeologica Italiana di Atene

blue mapOdos Parthenonos 14, 11742 Atene

blue phone+30-2109239163 / +30-2109214024

 facebook  twitter  youtube  academia