Archivio in evidenza

Le incisioni di A. Gasparini

La SAIA ha ricevuto in dono dal Μουσείον της πόλεως τών Αθηνών la collezione delle incisioni disegnate dal vero da Andrea Gasparini (1831-1879).

Affidiamo alle parole del contemporaneo Francesco Gasparoni la descrizione delle opere.

 

LE ANTICHITÀ' DI ATENE DI ANDREA GASPARINI ELBANO

Il pittore Andrea Gasparini Elbano…viaggiava, non è guari tempo, in Grecia, e faceva suo peculiar studio i monumenti della più civile e sapiente città che v’abbia mai stato al mondo, ritraendoli pittorescamente, colle debite proporzioni e carattere, in sedici gran di fogli con gruppi di costumi e feste popolari prese dal vero. Tornato fra noi incideva all’acqua-forte il Tempio di Teseo, e pubblicavalo con un manifiesto di associazione per cominciare un' opera col titolo che ho scritto qui su da capo. Io ho osservato attentamente questa prima tavola del Tempio di Teseo, e li rimanenti disegni delle ateniesi antichità allo studio del Gasparini, e posso far securtà a ognuno (perchè so di certo che queste mie due pupille non m’ingannano) che niente di più maestrevole in questo genere io ho veduto mai. Artisti ed amatori tutti del meglio, anzi del bellissimo nell' arte regina, io mi rivolgo or dunque a voi, e vi esorto a far cimelio delle sedici stampe che nel suo manifesto di associazione promette il Gasparini al prezzo di baiocchi 30 per ciascuna: ornatene il vostro studio, inspirativi a quei divini avanzi, e vi sentirete maggiori di voi stessi!

 

F. Gasparoni, L’architetto Girovago: opera piacevole ed instruttiva, Roma 1841, t. IV, p. 116

scan888.jpgscan889.jpgscan890.jpgscan897.jpgscan891.jpgscan892.jpgscan893.jpgscan895.jpgscan896.jpgscan894.jpg


Archivio

Scuola Archeologica Italiana di Atene

blueOdos Parthenonos, 14  11742 Atene  0030 2109239163 / 0030 2109214024

redVia di San Michele, 22  00153 Roma  0039 065897733