Storia

LA STORIA DELLA SCUOLA

 

1884  Federico Halbherr, in viaggio di studio a Creta e nelle Cicladi, scopre la Grande Iscrizione di Gortina.

1899  E' istituita la Missione Archeologica Italiana di Creta diretta da Halbherr. Iniziano gli scavi a Festòs, Gortina, Haghia Triada e Priniàs.

1908  Concessione per gli scavi di Festòs e Haghia Triada.

1909  Fondazione della Scuola Archeologica Italiana di Atene diretta da Luigi Pernier.

1912  Concessione per gli scavi di Gortina. Occupazione italiana del Dodecanneso: Pernier organizza missioni archeologiche a Rodi e Coo.

1914  Esce il primo volume dell'Annuario della R(eal) Scuola Archeologica Italiana di Atene e delle Missioni Archeologiche Italiane in Oriente.

1916-1918  La sede della Scuola  è utilizzata come residenza militare  durante i “Noemvrianà”, i combattimenti tra l'esercito del re Costantino I e le forze franco- britanniche in appoggio a Eleutherios Venizelos.

1919  Alessandro della Seta è nominato direttore.

1926  Concessione per gli scavi di Efestia e Chloi.

1927  Il governatore di Rodi, Mario Lago, fonda insieme a Della Seta l'Istituto Storico-Archeologico di Rodi (FERT: Fortitudo Eius Rhodum tenuit).

1930  Concessione per gli scavi di Poliochni.

1939  Alessandro Della Seta viene rimosso dalla direzione per le Leggi Razziali fasciste e sostituito da Guido Libertini.

1940  Concessione per gli scavi di Pallantio in Arcadia.

1941  Luciano Laurenzi è nominato direttore.

1943-1947  Chiusura della Scuola in seguito alla dichiarazione di guerra dell'Italia alla Grecia. Il 9 settembre, dopo l'armistizio dell'Italia con gli anglo-americani, Laurenzi è arrestato dai tedeschi.

1947  Riapertura della Scuola e nomina del direttore Teodoro Levi.

1960  Levi apre una missione della Scuola a Iasos di Caria in Turchia.

1964  Esce il primo volume della collana Monografie della Scuola Archeologica di Atene delle Missioni Italiane in Oriente.

1969  Concessione per gli scavi di Priniàs.

1975  Inaugurazione della sede di odòs Parthenonos 14.

1977  Antonino Di Vita è nominato direttore; le attività si concentrano a Creta: scavi a Gortina, Priniàs, Festòs e Haghia Triada, nuove collaborazioni italo-greche ad Apodoulou e Monastiraki, Gortina (basilica di Mitropolis) e Sybrita. Continuano le ricerche a Lemno: Poliochni ed Efestia/Chloi.

1987  Riforma della Scuola di Specializzazione in Archeologia della SAIA.

2000  Emanuele Greco è nominato direttore. La missione di Gortina è affidata a sei università. Nuove collaborazioni italo-greche nell'Egialea, a Skotoussa e Thouria. Continuano le ricerche a Lemno.

2005  Esce il primo volume della collana Tripodes.

2011  La Scuola attiva la formazione per dottorandi di ricerca italiani.

2016  Emanuele Papi è nominato direttore.


Le sedi della Scuola  |

 I Direttori della Scuola  |

  Gli Allievi della Scuola

Scuola Archeologica Italiana di Atene

blueOdos Parthenonos, 14  11742 Atene  0030 2109239163 / 0030 2109214024

redVia di San Michele, 22  00153 Roma  0039 065897733